Vai ai contenuti

LAU



Home > Il Laboratorio di Accessibilità e Usabilità del CSI-Piemonte> Indagine sulle tecnologie informatiche per i disabili


Indagine sulle tecnologie informatiche per i disabili

Presentazione del documento: "Indagine osservativa sulle modalitā di utilizzo delle tecnologie informatiche da parte degli utenti disabili".

a cura di: LAU | 27 febbraio 2009

La questione degli ostacoli incontrati da persone disabili nell'accesso alle pagine web rientra in un settore di studi che può trarre giovamento dal metodo di osservazione diretta, sia formale che informale.
L'indagine, condotta nel gennaio del 2008 dal LAU in collaborazione con Maurizio Boscarol, si è posta un duplice obiettivo:

  • svolgere un lavoro sperimentale con persone disabili, focalizzato sull'analisi dell'impatto che le pratiche consolidate di web design hanno sulla capacità di questi utenti di portare a termine gli obiettivi di navigazione;
  • utilizzare questa esperienza pilota anche per capire perché questo tipo di ricerche venga svolta - o quantomeno documentata - così raramente; individuare quindi le eventuali difficoltà di tipo organizzativo, raccogliere indicazioni, errori, buone pratiche per l'organizzazione e la conduzione di ricerche analoghe.

La metodologia di indagine si è articolata in due fasi: nella prima, esplorativa, è stato raccolto un campione di utenti sulla base del grado di disabilità e del livello di familiarità con le tecnologie informatiche e sono stati effettuati dei questionari di screening; nella seconda, sperimentale, sono stati sottoposti agli utenti alcuni prototipi di navigazione con dei compiti da eseguire in condizioni controllate e sono stati raccolti e analizzati i dati.

I risultati ottenuti offrono interessanti spunti. In alcuni casi viene confermata la validità delle prescrizioni già presenti nelle linee guida e nelle pratiche consolidate di web design:

  • l'uso dei tag di titolazione è determinante per l'accessibilità delle pagine;
  • gli "accesskey" sono utili soprattutto agli utenti che non hanno un'approfondita conoscenza del lettore vocale;
  • le pop up, nella maggior parte dei casi, generano disorientamento;
  • i link sintetici, significativi e senza articoli o preposizioni agevolano la ricerca da parte di chi utilizza le scorciatoie da tastiera;
  • le pagine complesse generano un sovraccarico informativo;

In altri casi, invece, si sono riscontrati risultati non previsti:

  • i link nascosti, che consentirebbero di saltare blocchi di contenuto ripetitivi, risultano poco utilizzati;
  • nei form, l'associazione esplicita tra l'etichetta (<label>) e il corrispettivo campo (<input>) spesso non dà un effettivo valore aggiunto;
  • le mappe dei siti risultano poco utilizzate;
  • apparentemente non incidono né l'interlinea, né l'effetto di hover sui link;
  • la presenza o assenza di testo segnaposto negli input dei form risulta indifferente.

torna su

[ Torna all’inizio della pagina ]



Sito realizzato dal Laboratorio di Accessibilità e Usabilità del CSI-Piemonte - Dichiarazione di accessibilità

[ Torna all’inizio della pagina ]